dal 16.07 al 31.07 mostra di Emilio Alberti ONDASUONDA

16 luglio
31 luglio

ATELIER CASA PERLA

Viale Giuseppe Garibaldi 14 (Lungolago), Dongo (CO)

Orari apertura: da martedì a domenica 10.00/12.30 - 16.00/19.30

sabato 16 luglio alle ore 18.00

INAUGURAZIONE della mostra:

 

Emilio Alberti

ONDASUONDA

 

A cura di Lake Art Associazione Culturale

Dal 16 al 31 luglio 2016

Le onde di Emilio Alberti approdano sul Lario. Dopo l’ampia rassegna ospitata nelle sale di Palazzo Ducale di Revere presso Mantova, una selezione di opere trova spazio nella dimensione più raccolta dell’Atelier Casa Perla, su lungolago di Dongo, dove hanno modo di dialogare e confrontarsi con le vicine acque del lago. Alcuni quadri realizzati per l'occasione ne fanno esplicito riferimento come per un doveroso omaggio alle acque di questo lago.

“Onda su onda”. Il senso dell’acqua... Un’idea di acqua declinata in infinite variazioni dove si alternano suggestioni e sollecitazioni. Moto perpetuo a volte tempesta inquietante a volte sciabordio calmo e rassicurante. Come un flusso di pensieri, riflessioni, racconti, esperienze in cui ognuna, come la molecola d’acqua, è collegata all’altra dando forma ad un insieme che fa perdere le tracce dei singoli componenti. Frammenti, dettagli che evocano un mondo: suggeriscono un racconto. Una goccia con i relativi spruzzi osservata con una lente e poi ingigantita su una tela. Si trasforma in qualcos’altro... un mare in tempesta. Un piccolo spruzzo diventa uno scroscio di pioggia, dando vita a uno spostamento percettivo che mette in dubbio la consapevolezza di chi guarda. L’ingrandimento del dettaglio ne dilata il senso producendo un effetto straniante.

Elemento primordiale, origine della vita e simbolo della vita stessa, l’acqua è la forza primigenia dalla quale tutto discende, prende forma e si evolve. Forza generatrice, potente, incontenibile, libera. Simbolo dell'energia che si rinnova. Racchiude in sé ogni immagine profonda, seduttiva, ipnotica. Sono dipinti realizzati con una tecnica del tutto personale: l'uso della lamina di allumini conferisce all'opera un' accento dinamico. La rappresentazione è scarna e volutamente priva di dettagli descrittivi. Più importante è il gesto, l’immediatezza dell’azione che deve essere veloce, istintiva, per rendere efficacemente il fluttuare, lo scorrere, lo scrosciare dell’elemento liquido. Mare che riflette bagliori metallici, vortici impetuosi e gorgoglianti, bolle e spruzzi sottolineano uno stato di perenne e frenetica inquietudine. La luce ha un ruolo fondamentale, si fa materia con la luminescenza del metallo i cui riflessi cambiano col variare della luce e l’angolo visuale dello spettatore. Sono dipinti che non vanno osservati in posizione statica e frontale, il corpo deve seguire i movimenti dello sguardo, con spostamenti minimi o camminando per cogliere il variare dei riflessi e i guizzi della luce sulla superficie metallica. In questo modo la materia si fa viva, fluida, ondeggia in un alternarsi di luce e ombra, un gioco tra lucido e opaco in un continuo mutare. Stimoli percettivi e sollecitazioni sensoriali che si fanno evocazione, ricordo, suggestione.

 

TITOLO MOSTRA:        EMILIO ALBERTI - ONDA SU ONDA

SEDE MOSTRA:           ATELIER CASA PERLA, Viale Giuseppe Garibaldi 14 (Lungolago), Dongo (CO)

INAUGURAZIONE:        sabato 16 luglio  alle ore 18,00.

ORARI:                     da martedì a domenica 10,00/12,30 - 16,00/19,30

INGRESSO LIBERO

ESPOSIZIONE:            Fino 31 Luglio 2016

INFORMAZIONI:          Tel: 340 9673304      emilioalberti@tin.it       www.emilioalberti.it 

Emilio Alberti Nato nel 1952, vive a Como. Ha al suo attivo un’ampia attività espositiva in Italia e all’estero, con mostre personali dal 1975 e con significative presenze in manifestazioni artistiche di rilievo, tra cui ART BASEL 1976, '77, '78 e '82. SCULTURA, Rotonda di via Besana, Milano, 1979. "Italian Contemporary Art", Kyoto, 1989. Celebrazione di Piero della Francesca, New York, Buenos Aires, Firenze, Roma, Urbino. ARTEXPO, New York, 1994. Biennale di Ankara, 2005.Particolarmente significative alcune personali: Castello di Carpi (Modena) a cura del Centro Documentazione Arte Contemporanea, 1989. Galleria Schubert, Milano, 1991 a cura di Pierre Restany. Installazione allo Studio Marconi, Milano, 1992. Ex Chiesa di S.Pietro in Atrio, Como, a cura di G.Seveso e A.Longatti, 1993 e Mostra Antologica, 2011. Palazzo Millepini, Asiago (Vicenza) a cura dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, 2012. Castello  di San Pelagio, Padova, 2013. Palazzo Ducale di Revere (Mantova), 2016.

Un’ampia documentazione relativa al percorso artistico di Emilio Alberti nel sito:

www. emilioalberti.it

Gli Eventi dei Prossimi Giorni

04 novembre fino al
24/11